il Palazzo

il Palazzo

il Palazzo

Palazzo Passarini Falletti

 

Il palazzo Passarini Falletti è un palazzo nobiliare sito in via Panisperna a Roma nel rione "Monti" (Centro Storico), attualmente proprietà dei Falletti di Villafalletto. Il palazzo come lo conosciamo oggi fu costruito nella prima metà del Settecento, sulle ceneri di un precedente insediamento architettonico del Seicento. La fabbrica fu ordinata da Felice Passarini di Roffiano, che da Norcia, si trasferì Roma nel 1715, dove fu chierico di camera per il papa Benedetto XIV e conservatore in Campidoglio. L'edificio consta di tre piani più un ammezzato. La facciata si presenta con un portale rettangolare sovrastato da un balcone retto da mensoloni decorati da ghirlande; ai suoi lati quattro finestre architravate con davanzali poggiati su mensole. La finestre si aprono al piano nobile architravate con timpani, mentre ai piani superiori incorniciate.

Il portale immette in un cortile ornato da una fontana, inserita in una nicchia affiancata da due erme di satiro. La fontana è costituita da una doppia valva di conchiglia, una aderente al muro e l'altra che funge da vasca poggiante su massi di tufo, dalla quale l'acqua, attraverso alcune scanalature, deborda nella sottostante vasca di raccolta semicircolare in laterizio.

Dal cortile si giunge alla scalinata principale che conduce alle sale del piano nobile, dove hanno avuto luogo imponenti restauri. La più ampia è la sala del trono, con soffitto a cassettone e lampadari di Murano, seguita dalle affrescate sala dei cherubini, del cavaliere e delle ninfe. Gli affreschi sono stati realizzati da esponenti della scuola barocca romana, tra cui Carlo Maratta.

thumb_IMG_0379_1024  thumb_IMG_0383_1024